+

Con il 78,12% di voti favorevoli espressi dai creditori, la bolognese NBI S.p.A. (100% Gruppo Astaldi) - specializzata in impiantistica industriale e civile e nelle manutenzioni di grandi impianti tecnologici - ha superato la maggioranza richiesta per l’approvazione del suo piano concordatario in continuità aziendale.

Presieduta dal Giudice Delegato, dott. Fabio De Paolo, dinanzi ai Commissari Giudiziali, prof. avv. Francesco Macario e dott. Carlo Ravazzin, l’adunanza dei creditori di NBI S.p.A. si è tenuta in via telematica il 24 giugno 2020. In quella seduta e nei successivi 20 giorni (entro il 14 luglio) sono pervenuti voti favorevoli corrispondenti al 78,12% dell’importo complessivo dei crediti ammessi al voto. A valle del voto favorevole ottenuto dai creditori, verrà poi fissata dal Tribunale di Roma la data per lo svolgimento dell’udienza di omologa del concordato.

L’approvazione da parte dei creditori del piano concordatario rappresenta per NBI un importante e concreto segnale per la sua rimessa in carreggiata come player protagonista dell’ingegneria impiantistica italiana.

NBI S.p.A. in data 5 novembre 2018 aveva presentato al Tribunale di Roma domanda per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo ai sensi dell’art. 186-bis, R.D. 16 marzo 1942, n. 267 e s.m.i; tale domanda è stata accettata il 27 febbraio 2020.